HomeHome Site en françaisFrançais

Madonnina-Fresque

State qui >Patrimonio >Patrimonio religioso >Le Campane
 
Le Campane della Chiesa Parrochiale S. Bartolomeo di Arola

 
   
La Chiesa Parrocchiale San Bartolomeo di Arola è molto antica ed esisteva certamente fin dalla prima metà dell'Seicento, accanto alla Parrochiale sorge il Campanile costruito a cura del popolo e terminato nel 1622 come indicalo la data incisa nella pietra.


Fin dalla sua origine, 3 campane scandavano la vita del paese, Antonio Maria Ciceri, Parroco di Arola, scrive nel suo inventario il 10 dicembre 1793 :

... "La Chiesa Parrochiale ha il campanile con tre campane e non si sà se siano benedette.(..) Le campane suonano tre volte al giorno, l’Avé Maria, il segno del Deprofundis circa l'ora di notte e si da il segno per quelli che sono passati all'altra vita. Si da il segno delle campane per la messa parrochiale, per convocare il Popolo al cattechisme, ed alle fonzioni pubbliche alle quali concorre il Popolo. Benche abbia le chiavi, il campanile non è chiuso attesoche sono paesi soggetti al fuoco ed altre urgenze sia più spediente a suonar le campane per convocare gli Popoli"...
 
Dopo tre secoli di funzionamento, sotto la guida di Don Ettore Lazzè, parroco di Arola, la "Fabbriceria" stipula, nel 1908, un contratto con la ditta Achille Mazzola di Valduggia per la fusione di nuove campane, un concerto di cinque campane in Mi naturale.
Il totale costerà circa 5500 lire pagate in cinque rate annuali a spese della Parrochia con il contributo della popolazione.
Le nuove campane sono collocate e battezzate il 29 novembre 1908, le quale sono dedicate a San Bartolomeo Apostolo, Maria SS.ma, San Giuseppe, San Rocco e San Teodoro Martyre. Sono sempre queste campane che oggi si sente rintoccare la domenica ed i giorni di festa.

 

Contratto


Domanda di battesimo


Battesimo
 
 
 
L'antica fonderia di campane Achille Mazzola

 

  La dinastia dei Mazzola di Valduggia inizia verso la metà del 1400, quando la famiglia di Cassano d'Adda si stabili a Valduggia (Valsesia) per sempre, la prova della pre-esistenza di Mazzola fondatori è rappresentata da una campana del 1475 fusa per la parrocchia di Luzzogno che riporta su di essa la M sormontata da una stella.

La M è l'iniziale del cognome e la stella è il simbolo che guida e mantiene il lavoro della famiglia.

 
Durante 13 generazioni, la secolare fonderia Mazzola fabbricherà ed installerà campane nella regione, nel 2003, Roberto Mazzola alora di 66 anni, ferma l'attività dopo diversi anni di chiusure temporanee e rogne varie.

L'altra fonderia Mazzola di Valduggia nasce della storica fonderia Mazzola, quando nel 1875 Luigi Mazzola si separa dal fratello Pasquale per aprire a pochi metri di distanza una nuova fonderia che porterà il nome del figlio Achille.

Dal 1875, la fonderia Achille Mazzola ha fuso campane per moltissime chiese e santuari, specialmente nel nord e centro dell'Italia, per un totale di ben oltre 700 concerti, le cui campane si distinguevano per un'accurata lavorazione estetica ma anche per un suono perfetto in fatto di accordo musicale, intonazione e vabrazione acustica.

Caduta in disuso, la fonderia Achille Mazzola proseguirà la sua attività fino agli anni 90 del secolo scorso.




Conception & Design: A.Perelli | Copyright © 2010 - 2016 - Arola-Villaggio - All right reserved | Termini e condizioni di utilizzo | Flux RSS | Contattaci  E-mail